image
logo Iride Film

Iride Film è l'approdo di un viaggio che dura da più di vent'anni. È una casa di produzione cinematografica indipendente fondata da Luigi Alberton, regista e produttore, con una lunga esperienza anche come autore, compositore, ideatore di adventure games e progetti interattivi per l'arte e i musei.


IRIDE srl
Piazza Facchetti, 12 35013 Cittadella (PD)
P.I. / C.F. 04902210287

Abbiamo iniziato negli anni '90 con il primo film game in Europa, Blindness, e la trilogia di adventure games Evocation, entrambi premiati con l'International Emma Award a Francoforte. Tra i progetti per la divulgazione dell'arte in collaborazione con grandi Musei italiani, ci piace citare il docu-film L'occhio di Masaccio, proiettato alla Cappella Brancacci di Firenze per più di 10 anni. Attualmente stiamo preparando il film Tre Sassi.

Tre Sassi
Tre Sassi

Un cortocircuito temporale proietta il giovane Davide
alla conquista del Sasso della Strega (2.477 mt)

UN FILM IN PREPARAZIONE

SOGGETTO: LUIGI ALBERTON
SCENEGGIATURA: LUIGI ALBERTON, MARIA CRISTINA LEARDINI
REGIA: LUIGI ALBERTON
STATUS: IN PREPARAZIONE
GENERE: DRAMMA STORICO, THRILLER PSICOLOGICO
PRODOTTO DA: JEAN VIGO ITALIA
CO-PRODOTTO DA: IRIDE FILM, SIGMA FILMPRODUKTION (AUSTRIA), DO PRODUCTION
CON: RAICINEMA
WWW.TRESASSI.IT
Musme

Musme: video guide museali

PER IL MUSEO DI STORIA DELLA MEDICINA DI PADOVA (2015)

Sinossi. Otto personaggi che hanno fatto la Storia della Medicina a Padova – tra cui Galileo Galilei e il doge Da Ponte – accompagnano i visitatori nelle sale del nuovo museo "MUSME". Da schermi a grandezza naturale, ciascuno di loro introduce l'argomento di una sala e interagisce – più o meno amabilmente – con un "giovane moderno": l'annoiato Federico, detto "Sbadiglio" o l'entusiasta Anna Sara, detta "Wikipedia". Le video guide riprendono le principali caratteristiche del nostro format Flash e le adattano a un progetto ad hoc, del quale abbiamo curato la sceneggiatura (di Maria Cristina Leardini in collaborazione con il Comitato Scientifico del Museo), la produzione e la regia (di Luigi Alberton). www.musme.it

image

Flash 3D

DOCU SPERIMENTALE STEREOSCOPICO (2010)

"Flash 3D" è un format di documentario divulgativo e d'intrattenimento culturale, creato e diretto da Luigi Alberton. Flash vuole raccontare l'arte, l'architettura e le eccellenze raggiunte dall'ingegno umano in modo vivace e coinvolgente. Conduttori giovani e poco accademici, talvolta un po' buffi, ci fanno scoprire le bellezze d'Italia con uno stile narrativo fresco e sorridente. Il montaggio è ritmico e incalzante, arricchito da grafiche dai colori vivaci. Grazie anche alla visione stereoscopica, Flash trasforma l'arte in esperienza tridimensionale: una vera e propria immersione nella Bellezza, da gustare e quasi da toccare con mano. Il Numero Zero è una demo sulla città murata di Cittadella (PD), con riprese in 3D sperimentate nel 2010 con 2 fotocamere reflex e rig di nostra progettazione.

image

La giostra

CORTO SPERIMENTALE (2009)

Nel 2009 "La giostra" è il primo corto artistico in Italia, prodotto e diretto da Luigi Alberton, che sperimenta l'uso esclusivo di fotocamere reflex digitali per riprese in Full HD. Solo nel 2009, infatti, le nuovissime tecnologie digitali DSLR (Canon EOS 5D Mark II) permettono per la prima volta di girare in alta definizione, ma con costi contenuti e abbordabili. Una piccola rivoluzione per il cinema indipendente. C'è, nel progetto "La giostra", un che di visionario. "Visionario" inteso come capacità di visione, lungimiranza, volontà di tener fede ai propri sogni. Luigi Alberton aveva il soggetto nel cassetto da dieci anni, scritto di getto - sin nei dettagli - durante un viaggio solitario, proprio come una "visione". Allora, l'aveva ambientato nel 2010, "prevedendo" che in dieci anni la tecnologia gli avrebbe fornito i mezzi necessari. E così è stato. In dieci anni sono maturati i tempi e le tecnologie... E la "visione" è diventata realtà.

Sinossi. Un incontro fugace tra le calli veneziane, quasi una visione: una donna, lo sguardo colmo di sofferenza. Davide non riesce a liberarsi dal ricordo di quella donna. La dipinge, la sogna, gli pare di sentirne la voce… La donna diventa un'ossessione, un vortice di immagini, suoni e ricordi che lui non sapeva di avere, una melodia misteriosa... Davide sprofonda in uno stato di allucinazione continua che manda in frantumi la sua percezione di sé e lo costringe a una ricerca angosciosa in un passato di cui non ha alcuna coscienza. Emerge dalle spire dell'ossessione un legame d'amore, forte e intenso.

L'occhio di Masaccio

L'occhio di Masaccio

DOCU-FILM PER L'ARTE (2003)

Il film "L'occhio di Masaccio", prodotto in computer grafica con la collaborazione di numerosi partner creativi e scientifici, è un progetto realizzato per il VI centenario della nascita di Masaccio. Nel progetto, Luigi Alberton è consulente multimediale e segue la direzione delle voci narranti, il doppiaggio, la produzione e la post-produzione audio. Proiettato per 10 anni nella Cappella Brancacci, il film si è rivelato un potente strumento di educazione all'arte, con un forte impatto su un pubblico molto diversificato per età, lingua, cultura.

Blindness

"Blindness": primo film game
prodotto in Europa

Premiato nel 1996 all'International Emma Award
della Fiera del Libro di Francoforte,
categoria Entertainment Interactive Movie.

"Blindness", prodotto per Mondadori con la direzione multimediale e la produzione di Luigi Alberton, viene girato a Cinecittà e interpretato da Cesare Bocci e Anita Caprioli con il team di doppiaggio di X-Files. Lo schema narrativo è quello di un avvincente mystery thriller, con un protagonista non vedente, l'alter ego del giocatore. Dal punto di vista tecnologico, "Blindness" sviluppa un innovativo sistema di interazione olofonica. L'obiettivo è il coinvolgimento totale del giocatore, vero protagonista dell'azione. Il sistema olofonico-interattivo permette al giocatore di vivere la storia dalla prospettiva del protagonista cieco; con il mouse viene simulato il senso del tatto, creando la sensazione di esplorare la realtà "alla cieca".

L'occhio di Masaccio

Trilogia Evocation

ADVENTURE GAMES (1993 - 1995)

Pubblicato da Mondadori e premiato con l'International Emma Award alla Fiera del Libro di Francoforte, "Evocation" è un'avventura che si snoda attraverso i secoli, ricca di suggestioni e magiche atmosfere, in cui il protagonista, Eto, deve affrontare un percorso pieno di insidie, trabocchetti ed enigmi sorprendenti. Il gioco nasce da un'idea di Luigi Alberton (che è anche co-sceneggiatore) di creare un adventure game per avvicinare i giovani alla filosofia. I tre episodi di Evocation – "La sfida", "Il sogno", "Oltre il sogno" – sono stati realizzati con le più avanzate tecnologie in uso tra il 1993 e il 1995, con grafica 3D a tutto schermo, interfacce user-friendly e una colonna sonora avvolgente, per rendere più facile l'immedesimazione del giocatore con il protagonista.

logo
Privacy Policy